Rubrica 1
berna
Rubrica 1

Annunci

Terraferma-TI: il Ticino che va a Chios …

Terraferma-TI: il Ticino che va a Chios per la dignità dei rifugiati

Se vi è capitato di chiedervi come stareste se fosse successo a voi di dover fuggire abbandonando ogni cosa, ritrovandovi ogni giorno a domandarvi come procurarvi cibo e a come...

Read more

Revamp-it: il computer-recycling

Revamp-it: il computer-recycling

Anche i vecchi computer sono veloci. Nessuno spreco di materiale, nessuno sfruttamento di lavoratori. “Revamp-it” ricicla i computer, li manda in parte in Africa e inserisce persone nel mondo di...

Read more

Il più grande parco eolico in Svizzera

mt_crosin4emeol_ld_01-8560392

Si trova nel Giura Bernese il più grande impianto del paese. Il parco eolico di Saint Imier, nella regione di Mont Crosin, inaugurato nel 1996, è stato ampliato e a partire dal primo di settembre di quest'anno può contare su 16 turbine a vento. Appena terminato un periodo di test, le pale gireranno a pieno regime producendo 40 milioni di kWh all'anno, che corrispondono al fabbisogno di 12mila abitazioni.

Si tratta, quello messo in opera dalla Juvent SA, di un impianto imponente, costituito da piloni alti 95 metri che sommati alle pale sviluppano un'altezza di 140 metri.

Per fare un paragone, il tanto atteso parco eoilico del San Gottardo, sarà dotato nel 2013 di 5 aerogeneratori di 100 metri di altezza capaci di produrre annualmente 37 GWh che corrisponde al fabbisogno di 37.000 abitanti.

Sembrano piccole cifre di fronte agli investimenti milionari (San gottardo 40 mio.), ma se poi si va a vedere il risparmio in termini di emissioni allora la cifra di 32'400 tonnellate di CO2 del parco più alto della Svizzera fa riflettere.

422-1g_windenergie_mont_crosin

Da Berna si apprende che lo sfruttamento eolico potrebbe fornire il 7% del fabbisogno di tutta l’energia elettrica del Paese entro il 2050, per ora siamo allo 0,1%. Le stime degli ambientalisti sono sensibilmente più ottimistiche ma devono fare i conti con le non poche resistenze. Grazie agli incentivi statali c'è stata un'esplosione delle domande di costruzione di impianti eolici: sono circa sessanta i progetti di nuove centrali, la maggior parte saranno costituite da cinque fino a dieci aerogeneratori e solo una decina si basano sull'installazione di più di dieci turbine.

Se il risanamento delle casse federali frena da un lato il programma federale di ricerca e promozione delle energie rinnovabili, dall'altro lato, i progetti di costruire parchi eolici devono fare i conti con le opposizioni popolari. Il parco eolico di Crêt-Meuron (NE), per esempio, si è visto confrontato con una raffica di ricorsi. Tra gli argomenti dei ricorrenti vi sono spesso ragioni di salvaguardia ambientale e di aspetti paesaggistici.

Il giusto equilibrio tra le ragioni energetiche e quelle paesaggistiche si troverà di certo, in un paese come il nostro dove, alla fine, pragmatismo e buon senso finiscono con l'imporsi.  i.

cuffia Puoi ascoltare il programma della RSI "Modem", con il servizio "SOFFIA IL VENTO "

occhio1Puoi vedere il servizio del telegiornale della RSI